Vienna-Cammarota1

 

L‘Italia senza la Sicilia non lascia immagine alcuna nello spirito. Qui è la chiave di ogni cosa”.
Cosi scriveva Goethe quando per la prima volta ha visto la Sicilia. Ed è sulla forza di queste parole che Vienna Cammarota a 68 anni ha deciso di fare 2500 chilometri in 82 giorni senza navigatori né mappe. È la prima donna al mondo che  ripercorre a piedi il viaggio che lo scrittore tedesco ha fatto in Italia nel 1786.
Vienna è una guida ambientale escursionista. “Questo viaggio è anche una missione- dice Vienna e spiega che la cultura se divulgata stimola l dialogo e l’unione”.

Vienna-Cammarota

Tra pochissimi giorni (il 28 aprile) arriverà a Palermo, dopo essersi imbarcata da Napoli (il traghetto è l’unico mezzo che fa eccezione al percorso a piedi).
Partita il 28 agosto scorso da Karlovy Vary, la cittadina termale alle porte di Praga da dove il 3 settembre 1786 si era avviato Goethe, la guida ha superato le Alpi, attraversato le regioni italiane dove lo scrittore aveva fatto tappa, è stata accolta a Roma alla casa di Goethe.  “Il 28 aprile arriverò a Palermo, capitale italiana della cultura 2018 – spiega – poi proseguirò verso Monreale, Alcamo e a 50 anni dal terremoto che nella Valle del Belice fece 300 morti entrerò a piedi nei paesini colpiti dal sisma”.
Poi sarà la volta di di Agrigento e Selinunte, l’Etna e Messina “Dove mi imbarcherò per fare ritorno a Napoli ai primi di giugno. Tutto a piedi per incontrare i siciliani e valorizzare la regione più grande d’Italia”. Un lungo percorso culturale 230 anni dopo il viaggio di Goethe. Vienna Cammarota ha già attraversato a piedi il Madagascar, la Patagonia, l’Amazzonia, Israele, il Tibet e la Palestina.

Una grande forza interiore per una donna che dimostra ancora una volta come sia possibile raggiungere i propri obiettivi, basta crederci.

CONDIVIDI
Simona Scandura
Una strana ossessione per la "mise en place", innamorata dei fiori, del caffè e di Bauman. Laureata in Giurisprudenza, docente di comunicazione politica istituzionale e sociologia della comunicazione. Iscritta all'albo dell'ordine dei giornalisti dal 2009 con un passato da cronista televisiva. Aspirante videomaker, Ha collaborato con diversi periodici regionali. Dal 2013 direttore della testata giornalistica d'inchiesta SUDPRESS. Oggi direttore di SUDLOOK!