Una serata fuori dal comune: così Straordinario, l’evento dedicato al cibo di strada organizzato da Andrea Graziano di FUD bottega sicula e Barbara e Marco Nicolosi di Barone di Villagrande ha registrato il tutto esaurito.

Tanti produttori, chef e appassionati si sono incontrati giovedì 31 agosto proprio a Milo, nella cantina di Marco e Barbara Nicolosi. Una location meravigliosamente panoramica, un giardino in cui i banchi di specialità sicule dai salumi ai dolci tipici, si alternavano alle postazioni di tanti chef del territorio e non solo.

A proporre arancini e salsiccia, pitoni messinesi e panini gourmet, trippa e crispelle, pizze rivisitatate e tanto altro c’erano Giulia Carpino della Cantina Barone di Villagrande (Milo), Valentina Chiaramonte di Fud Off (Catania), Francesco Patti e Domenico Colonnetta del Coria (Caltagirone), Andrea Macca di Donna Carmela (Carrubba), Salvatore Vicari del ristorante Vicari (Noto), Lorenzo Ruta della Taverna Migliore (Modica), Simone Strano di Palazzo di Montemartini (Roma), Giovanni Grasso di La Plage (Taormina), Giuseppe Torrisi di Talè (Piedimonte etneo), Dario Di Liberto del Tocco Sicilian Way (Ragusa), Federico Della Vecchia di Biosserì (Milano), Bleri Dervishi di Monaci delle Terre Nere (Catania), Claudio Ruta del ristorante La Fenice (Ragusa), Giuseppe Bonsignore dell’Oste e il Sacrestano (Licata) e Giuseppe Raciti di Zash (Riposto) che si è aggiudicato il premio per il miglior piatto della serata con il suo Iris salato ai funghi porcini dellʼEtna, guanciale di maialino nero dei Nebrodi e Vastedda del Belice.

A presentare i loro prodotti 15 rappresentanti delle eccellenze siciliane: il cioccolato di Bonajuto, i salumi di Massimo Castro Il Chiaramontano, la porchetta di Neromaialino, le mozzarelle di bufala di Bubalus, la provola delle Madonie di Invidiata, la pasticceria di Spinnato, i prodotti di Fud, i pitoni fritti di Tommaso Cannata, la carne dei fratelli Sciuto, l’olio dei Frantoi Cutrera, il gelato del Caffè Adamo, la Sfincia di Sarda Salata, i pastrami di Sacha Pawel, i dolci a base di mandorla di Convicinum.

A rimpire i calici i vini delle cantine Barone di Villagrande, Murgo, Benanti, Pietradolce, Planeta, Cantine Russo, I Vigneri, Feudo Vagliasindi, Quantico, Terra di Costantino, Terre di Nuna, Tenuta di Fessina, Cantina Vivera, Fud, serviti dai sommelier della Fisar delegazione Catania.

Ospiti della serata Davide Scabin, maestro della cucina e del food design del Combal.Zero di Rivoli (TO), Giuseppe Zen del ristorante Mangiari di Strada di Lontereggio – indirizzo imperdibile per chi ama lo street food (che ha preparato una trippa più che Straordinaria) – e il maestro pasticcere Maurizio Santin.

La serata è stata accompagnata dalla musica degli Swing Time, mentre i premi StraOrdinario, degli splendidi piatti di vetro lavorati a mano dal maestro artigiano Alessandro Di Rosa dell’azienda Thalass di Modica, hanno siglato con stile la premiazione finale.

Partner dell’evento sono stati l’azienda Camuti, leader nel settore delle soluzioni per la ristorazione, e PrestoFood, il servizio di consegna a domicilio che collega clienti e ristoranti della città, attraverso l’uso della tecnologia.

(Foto di copertina: da Straordinario – FB page)

 

 

CONDIVIDI
Under 30, siciliana normanna, con un pezzo di cuore lasciato nella sua seconda città: Roma. Ama viaggiare, mangiare, fotografare e raccontare, per passione e professione. Scienziata politica, specializzata in comunicazione istituzionale, masterizzata in giornalismo digitale, attualmente si divide tra copywriting, social media, radio e tra altre cento cose che le passano in testa, che di vita ne abbiamo solo una!