Sicilia e Turimo: A Catania il primo incontro tra imprese ed istituzioni

Creare sinergia e mettere insieme un programma per lo sviluppo del turismo sull’isola.
E’ stato questo il tema del convegno Sicilia e Turismo: Azioni concrete per il futuro” che si è svolto a Catania presso Il Principe Hotel in via Alessi 24.
L’evento per la prima volta ha riunito imprese, professionisti operanti nell’ambito del sistema turistico e delle istituzioni.

Il dialogo, avviato dal presidente del consorzio Gonimos, Domenico Leonardi, ha messo in luce alcune problematiche legate al mancato sviluppo turistico del territorio- come le infrastrutture- e ha posto le basi per costruire, in sinergia con tutti gli operatori del settore, una nuova offerta turistica per il 2019.


Ripartire dalla programmazione turistica, puntando sulla destagionalizzazione per evitare di cadere nel “circolo vizioso” delle stagioni brevi, promuovere il territorio oltre i confini della Sicilia e mettere in moto la macchina organizzativa per soddisfare le aspettative dei visitatori.
Queste le prime azioni concrete da avviare nella nuova stagione già pianificata dalla Regione.
“La chiave di tutto è la programmazione- afferma l’assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo– per la prima volta ci siamo dotati di un piano triennale strategico, abbiamo redatto l’elenco dei grandi eventi e li abbiamo appena presentati alla sala stampa estera di Roma e di Milano. Molti progetti si svilupperanno anche per il turismo religioso e dei i borghi, ripartiremo poi con nuovi bandi legati all’attività teatrale e ai grandi eventi”.

Il presidente del Consorzio Gonimos Domenico Leonardi e il sindaco di Catania Salvo Pogliese

Un ruolo importante per la crescita del turismo lo ricopre anche la città di Catania con il suo inestimabile patrimonio monumentale e paesaggistico.
“Abbiamo tutte le caratteristiche per determinare un processo molto più qualificante rispetto al passato- afferma il sindaco Salvo Pogliese– è stata già avviata una campagna promozionale capillare della destinazione Catania, città piena di attrattive importanti, come il museo storico dello Sbarco in Sicilia che rappresenta una delle più ricche ed estese esposizioni tematiche in Europa sulla Seconda Guerra mondiale. Questo incontro-conclude il sindaco- dimostra ancora una volta la grande sensibilità del mondo imprenditoriale che vuole far rinascere Catania”.

Nico Torrisi, presidente Federalberghi Sicilia

Indicazioni operative chiare rivolte al mondo imprenditoriale e agli enti territoriali arrivano dal presidente di Federalberghi Sicilia Nico Torrisi:“Bisogna mettersi tutti d’accordo e agire su un binario parallelo per la promozione del territorio, è necessario inoltre avere delle regole certe per il censimento dei turisti. Politica ed impresa devono dialogare costantemente”.

Giusy Belfiore, presidente guide turistiche Catania

Un incontro proficuo che apre una nuova fase di dialogo e crescita per lo sviluppo dell’Isola con un’assunzione di responsabilità da parte di tutti i protagonisti e uno sguardo anche al passato per capire cosa non ha funzionato.“Bisogna programmare, ma anche riflettere sugli errori del passato, è necessario capire perché alcune città come Catania hanno delle carenze in termini di congestione del traffico e di igiene. E’ necessario creare un legame con il visitatore affinché ritorni nella nostra terra” – ha sottolineato Giusy Belfiore presidente dell’associazione Guide Turistiche Catania.

Floriana Ippolito, vicepresidente Federalberghi Giardini Naxos

Si apre il dibattito anche sui grandi eventi e a prendere la parola è Alfredo Vaccalluzzo: “Ho deciso di dare il mio contribuito come imprenditore per fare crescere la nostra Sicilia, bisogna fare squadra e per questo oggi abbraccio con entusiasmo questo progetto”. A dare un contributo anche l’imprenditore Salvatore Martorana e Floriana Ippolito, Flowmove management per il Turismo.

Il presidente del Consorzio Gonimos Domenico Leonardi e l’assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo

Alla fine dell’incontro le imprese hanno deciso di stilare un documento da consegnare all’assessore regionale al Turismo Alessandro Pappalardo dove saranno indicate idee, strategie competitive e proposte su interventi operativi, per migliorare l’offerta turistica territoriale. Una proposta accolta positivamente dall’assessore che ha già programmando un nuovo incontro in primavera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here