Post partum e menopausa: la soluzione all’atrofia vulvo-vaginale

E’ uno dei temi più dibattuti nell’ultimo periodo, soprattutto perché in questi anni lo sviluppo della tecnologia, nell’ambito della medicina, ha consentito di superare molti problemi considerati un vero e proprio tabù dalle donne.
Oggi parliamo del laser vaginale e della possibilità di superare alcuni problemi come irritazione, bruciore, prurito, infiammazione e dolore durante i rapporti sessuali.
Si tratta di sintomi che possono colpire la donna dopo una gravidanza oppure nella fase della menopausa.
L’Atrofia vulvo-vaginale consiste nella progressiva modificazione della struttura del tessuto vaginale e vulvare in conseguenza della carenza di estrogeni, che portano ad un assottigliamento delle pareti della vagina che diventano più fragili e meno lubrificate.

A rispondere alle domande di Sudlook con un’intervista di Valeria Nicolosi è la dottoressa, Elisa Caruso, specializzata nella prevenzione e nel trattamento, a tutti i livelli, della patologia ostetrica e ginecologica e nella diagnostica specialistica di base.
Da più di 10 anni la dottoressa Caruso è punto di riferimento per centinaia di donne in cerca di ascolto, sensibilità e professionalità.

Per saperne di più: www.elisacaruso.it

Simona Scandura
Una strana ossessione per la "mise en place", innamorata dei fiori, del caffè e di Bauman. Laureata in Giurisprudenza, docente di comunicazione politica istituzionale e sociologia della comunicazione. Iscritta all'albo dell'ordine dei giornalisti dal 2009 con un passato da cronista televisiva. Aspirante videomaker, Ha collaborato con diversi periodici regionali. Dal 2013 direttore della testata giornalistica d'inchiesta SUDPRESS. Oggi direttore di SUDLOOK!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here