Post partum e menopausa: la soluzione all’atrofia vulvo-vaginale

E’ uno dei temi più dibattuti nell’ultimo periodo, soprattutto perché in questi anni lo sviluppo della tecnologia, nell’ambito della medicina, ha consentito di superare molti problemi considerati un vero e proprio tabù dalle donne.
Oggi parliamo del laser vaginale e della possibilità di superare alcuni problemi come irritazione, bruciore, prurito, infiammazione e dolore durante i rapporti sessuali.
Si tratta di sintomi che possono colpire la donna dopo una gravidanza oppure nella fase della menopausa.
L’Atrofia vulvo-vaginale consiste nella progressiva modificazione della struttura del tessuto vaginale e vulvare in conseguenza della carenza di estrogeni, che portano ad un assottigliamento delle pareti della vagina che diventano più fragili e meno lubrificate.

A rispondere alle domande di Sudlook con un’intervista di Valeria Nicolosi è la dottoressa, Elisa Caruso, specializzata nella prevenzione e nel trattamento, a tutti i livelli, della patologia ostetrica e ginecologica e nella diagnostica specialistica di base.
Da più di 10 anni la dottoressa Caruso è punto di riferimento per centinaia di donne in cerca di ascolto, sensibilità e professionalità.

Per saperne di più: www.elisacaruso.it

Simona Scandura
Le good news come stile di vita. Ama i fiori, i cani e il caffè, cucina bene solo col Bimby. Laureata in Giurisprudenza, docente di comunicazione politica istituzionale e sociologia della comunicazione, da diversi anni dirige alcune testate giornalistiche rivolte a professionisti e Pubblica Amministrazione. E' direttore di EnergiainComune, la rivista green sulla sostenibilità e l'efficienza energetica che guarda al futuro. Iscritta all'albo dell'ordine dei giornalisti dal 2009 con un passato da cronista televisiva. Specializzata in Digital Pr e Uffici stampa, ha collaborato con diversi periodici regionali e agenzie di comunicazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here