Maneskin, la forza di essere liberi

Di Sudlook

«Le idee delle persone stanno virando verso una visione più inclusiva progressiva e questo cambierà il mondo. Ci immaginiamo un futuro dove le differenze non saranno una discriminazione al contrario la forza degli essere viventi uniti, liberi sempre nel rispetto dell’altro».


Nell’ultima intervista sul futuro rilasciata a Cosmopolitan la giovane band romana aveva già previsto una svolta, non solo musicale per questo 2021.

Perché se da una parte la 71esima edizione del Festival di Sanremo è stata una delle più difficili degli ultimi anni, con l’assenza del pubblico e le polemiche, dall’altra ha invertito la rotta cambiando davvero pelle premiando il coraggio e la bravura del gruppo rock nato a Roma nel 2015 e composto da Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio che con il testo “Zitti e Buoni” lancia un vero e proprio grido di protesta e un inno al rispetto del proprio spazio vitale.

“Parla, la gente purtroppo parla
Non sa di che cosa parla
Tu portami dove sto a galla
Che qui mi manca l’aria
Parla, la gente purtroppo parla
Non sa di che cosa parla
Tu portami dove sto a galla
Che qui mi manca l’aria”


Covo #Sanremo2021

I Måneskin a Sanremo hanno ricreato il loro luogo ideale, un covo segreto fra i loro strumenti per collegarsi con i followers in vari momenti della giornata durante il Festival per narrare in presa diretta la loro esperienza e condividere con il pubblico sensazioni e aneddoti, a volte accompagnati da ospiti speciali. Una sorta di radio libera dove protagonisti principali saranno la musica insieme ai racconti e alle emozioni vissute dalla band. Un modo per connettersi e scambiarsi quell’energia che dal vivo in questo momento manca.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

La tua email non sarà mostrata. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.