#StopAIDS #HIVriguardatutti, #WorldAIDSDay.
Sono tre gli hashtag scelti per la la Giornata Mondiale per la lotta contro l’Aids che si svolgerà oggi 1 dicembre.


In Italia sono circa 130mila le persone che convivono con l’Hiv.
Nel 2017, sono state 3.443 le nuove diagnosi di infezione da Hiv, 5,7 nuovi casi ogni 100mila residenti. L’incidenza maggiore di infezione da Hiv è nella fascia di età 25-29 anni e la principale modalità di trasmissione resta quella dei rapporti sessuali non protetti.

“In questi ultimi anni è stato fatto tanto contro l’AIDS, ma guai ad abbassare la guardia” sono queste le parole del Ministro Roberto Speranza che ricordano come ad essere maggiormente a rischio siano proprio i più giovani.

Anche a Catania saranno diverse le manifestazioni ecco gli appuntamenti fino all’11 dicembrei:

World Aids Day 2019 – Flash Mob
Flash Mob contro la discriminazione delle persone che vivono con l’HIV
Quando: 1 dicembre ore 11.00
Dove: Reception Ospedale Garibaldi – Nesima
In collaborazione con: Azienda Ospedaliera Garibaldi Nesima, Dipartimento di Malattie Infettive – Università di Catania
Coro Doulce Mémoire di Catania diretto da Bruna d’Amico

LilaBatte
Raccolta fondi
Quando: 1 dicembre ore 17.30
Dove: Mercure Hotel, Piazza Giovanni Verga 39 – Catania
In collaborazione con: Mercure Hotel, Casa d’Aste Christie’s, Coop
Asta di raccolta fondi a sostegno delle attività di Lila Catania. DEurante l’Asta saranno estratti i numeri vincenti della Lotteria di Lila Catania

Salute e benessere psico – sociale dei rifugiati e richiedenti asilo sopravvissuti alle violenze sessuali e di genere Progetto Pro-Access, risultati e riflessioni
Convegno
Quando: 11 dicembre ore 8.30
Dove: Aula Magna Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali Università di Catania, via Vittorio Emanuele II, 49
In collaborazione con: Ordine Professionale Assistenti Sociali della Regione Sicilia, Ordine degli Psicologi della Regione Sicilia, Dipartimento Politiche e Servizi Sociali dell’Università di Catania e con il supporto di UNHCR.


LE INFORMAZIONI DEL MIISTERO DELLA SALUTE:

HIV

L’infezione da HIV può portare all’AIDS (Sindrome da immunodeficienza ac- quisita) che rappresenta lo stadio clinico avanzato dell’infezione. È causata dal virus dell’immunodeficienza umana (HIV) che si trova nel sangue, sperma, secrezioni vaginali, secrezioni prespermatiche, latte materno delle persone sieropositive.

IL CONTAGIO

  • Qualsiasi tipo di rapporto sessuale (vaginale, anale, orale) con persone con infezione.
  • Contatto con sangue infetto: scambio di siringhe infette, strumenti per tatuaggi e piercing contaminati con sangue infetto.
  • Passaggio da madre sieropositiva al bambino, durante la gravidanza, il parto e l’allattamento al seno.
  • I SINTOMI
  • Le persone con HIV possono rimanere a lungo senza sintomi, ma possono trasmettere l’infezione anche durante questo periodo. La contemporanea presenza di altre infezioni genitali (es. herpes genitale o sifilide) aumenta la possibilità di contrarre l’infezione du- rante i rapporti.

PREVENZIONE

• Evita comportamenti a rischio.
• Utilizza il preservativo dall’inizio alla fine del rapporto sessuale con partner occasionali.
• Effettua il test HIV (che si può fare in forma anonima) se hai avuto rap- porti non protetti. La diagnosi pre- coce permette una terapia che rallenta la progressione dell’infezione.

La terapia che da almeno 6 mesi man- tiene persistentemente la carica virale (cioè la quantità di virus presente nel sangue/secrezioni) a livelli non misurabili rende altresì nulla la possibilità di trasmettere il virus ad altri.
In questo caso si parla di U=U Undetectable Un- trasmittable o, in italiano, Non rilevabile = Non trasmissibile.

Simona Scandura
Una strana ossessione per la "mise en place", innamorata dei fiori, del caffè e di Bauman. Laureata in Giurisprudenza, docente di comunicazione politica istituzionale e sociologia della comunicazione. Iscritta all'albo dell'ordine dei giornalisti dal 2009 con un passato da cronista televisiva. Aspirante videomaker, Ha collaborato con diversi periodici regionali. Dal 2013 direttore della testata giornalistica d'inchiesta SUDPRESS. Oggi direttore di SUDLOOK!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here