Si è conclusa la seconda edizione del Garden in Movies 2018, il festival dedicato al cinema andato in scena fra i giardini di Radicepura.

Dominati dalla natura, gli splendidi paesaggi di Radicepura sono stati la cornice perfetta per godere dei colori e delle immagini: i rossi caldi e vitali di “Big Fish & Begonia”, con i respiri azzurri del mare, hanno coronato i verdi predominanti nei corti in selezione.

Una Giuria di qualità composta dall’attrice Manuela Ventura, il regista Claudio Giovannesi e l’architetto paesaggista Antonio Perazzi ha assegnato all’unanimità il premio Miglior Cortometraggio a “A whisper under the Earth” di Lilia Alcalà (Venezuela) “per la scelta di esprimere un legame con la terra e non con l’uomo, per la qualità fotografica, della messa in scena e dei suoni attraverso cui parla la natura, e per la delicatezza della narrazione”.

Il Premio del pubblico, invece, è andato a “Our Horizon” dei registi Jack Szynaka e Nikki Conero (USA), un corto misto in live action e computer animation, che si fa interprete della violenza che a volte l’uomo scatena sulla Natura benigna e generosa.

Ornella Sgroi e Valentino Picone

Il Garden in Movies, diretto da Ornella Sgroi e organizzato dalla Fondazione Radicepura che, ha scelto per volontà del vicepresidente Mario Faro, di devolvere il ricavato del Festival a favore della riforestazione della Timpa di Acireale distrutta da un grave incendio.

L’attenzione per il paesaggio, la conservazione e la tutela del territorio, il rapporto tra erde e uomo, è stato oggetto di una appassionato dibattito animato dalla paesaggista Sarah Eberle, in cerca delle simbologie più profonde che si nascondono dietro il giardino, e Antonio Perazzi, che ha creato un parallelismo interessante tra il lavoro del paesaggista e quello del regista.

Da sinistra: l’attrice Manuela Ventura, il Patron Mario Faro e la direttrice artistica Ornella Sgroi

Tanti anche gli altri artisti che hanno preso parte all’evento: le attrici Lucia Sardo e Donatella Finocchiaro, gli attori David Coco, Francesco Foti, Giovanni Calcagno, i registi Alessandra Pescetta, Gian Maria Musarra e Michele Leonardi, il compositore Matteo Musumeci, il direttore della fotografia Vincenzo Condorelli.

L’appuntamento con Garden-in-Movies va al prossimo anno, e scommettiamo che sarà da non perdere!

Foto di Brunella Bonaccorsi (Credits assolti)

CONDIVIDI
Valeria Lopis
Mamma ai tempi di whatsapp, winelover appassionata, lettrice seriale, 100% made in Catania ma con tanta voglia di importare usi e costumi nord europei, a cominciare dal loro design, così dopo una bella laurea in scienze politiche e tante collaborazioni nel mondo della comunicazione, inizia il suo lavoro nel mondo del design come arredatrice d'interni presso un prestigioso show room catanese. Social quanto basta, orgogliosa proprietaria di un vespone dell'82, a bordo del quale il mondo è sempre un posto bellissimo, capta pensieri ed energie, come tutte le donne è geneticamente predisposta a fare circa 10 cose contemporaneamente, ogni giorno è un nuovo giorno ma la domenica è sempre troppo breve!