Cherie Hot: una sVAMPita in Truccheria

Di Maura Ricciardi

Ogni tanto fa capolino in me l’idea di educarmi.
Da svampita mi piacerebbe trasformarmi in una femme fatale.

Il mio ideale è la Bellucci: che tu sia uomo, donna o paramecio, quando appare lei, ti casca la mandibola.
E’ elegante quando sbatte le ciglia, quando si muove, quando parla.
Lei é la Classe.
Dite che esagero un tantino?
Che volete da me, bisogna puntare in alto!

Comunque, ho deciso di provarci: sono partita con i miei leggings in similpelle ed un tacco 12 alla volta della Truccheria Cherie, per l’evento “Cherie Hot – Il Piacere è servito”, presentato dal padrone di casa, Orazio Tomarchio (non lo conosci? Non ci credo, informati!), che ci ha accolti splendido splendente, facendo svolazzare una veste da camera stu-pen-da, in collaborazione con Zou Zou , la Luxury erotic Boutique di Tiziana Russo, interamente dedicata alla scoperta del piacere femminile.
La promessa di Cherie Hot era quella di offrire agli intervenuti un’esperienza sensoriale e sensuale libera da pregiudizi, per conoscere la nuova linea proposta dalla truccheria, che porta proprio il nome di Cherie Hot.

La mia parte Vamp era curiosa e intrigata, quella “svamp” divertita e un po’ imbarazzata.
Non che sapessi bene cosa aspettarmi ma è scientificamente provato che la curiosità è donna, quindi , con la falcata decisa e disinvolta della Vamp, sono entrata, sfoderando un sorriso composto e salutando il giovane belloccio all’ingresso con un educato “buonasera” da contralto (Monica, saresti stata fiera di me).

Varcare la soglia della Truccheria è stato come entrare in una dimensione parallela, morbida, calda, accogliente: aperitivo di benvenuto pink, specchi, tanti specchi, luci soffuse, nuvole di profumi delicati ma inebrianti, brillantini in sospensione (non ho ancora capito se fosse Orazio Tomarchio o Madame Zou Zou ad effonderli nell’aria), rose rosse che sembravano di velluto, piume solleticanti e carezzevoli, seta e pizzi intriganti, polveri, inchiostri per la pelle e creme da massaggiare ed assaggiare, buone da farti pensare che potresti anche solo mangiarle, oggetti vibranti, aspiranti, “pesanti”, brillanti, manette che sembrano gioielli di alta moda, perfino due libri dedicati ai possibili giochi per far felice lui e lei.

Per una sera, non sono stata ne’ Vamp, né Svamp: la delicatezza ironica e l’eleganza dello staff di Zou Zou e della Truccheria Cherie hanno abbattuto qualsiasi imbarazzo, c’era solo un gruppo di uomini e donne che curiosavano in un mondo di cui non siamo abituati a parlare in pubblico e scherzavano con leggerezza, fuori da ogni tabù, come se fossero amici da sempre.

E comunque, alla fine…l’essenza ai feromoni è una BOMBA!

Condividi:

Potrebbero interessarti anche:

2 thoughts on “Cherie Hot: una sVAMPita in Truccheria”

  • Avatar

    Grande piccola penna, ironica e forbita nello stesso tempo. Una ragazza di oggi ma di altri tempi, quelli dove l’autoironia e la dolcezza vincevano con o senza tacco 12.

    Reply
  • Avatar
    Giuseppe Varsallona · Edit

    Il senso dell’umorismo di Maura e l’uso di una accurata ironia e arguzia, nei momenti grigi riesce a strapparci una risata di gusto,facendoci prendere coscienza di una realtà meno rigida.

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà mostrata. Required fields are marked *