Arriva il Gucci Garden

Eravamo entrate a curiosare poco prima della chiusura per la ristrutturazione. Adesso arriva la nuova visione della Maison con il Gucci Garden che rende omaggio all’archivio Gucci: storiche campagne pubblicitarie focus sulle lavorazioni artigianali e oggetti vintage.
Composta da diverse sale tematiche, la Gucci Garden Galleria è davvero un altro mondo. Un cambio di look fresco nuovo versatile e moderno, nulla più somiglia al passato.

L’area espositiva distribuita su due piani si apre con la sala Guccification, dedicata alla doppia G della Maison.

Un vocabolario che include anche le forme di espressione più moderne come il GucciGhost di Trouble Andrew o le nuove denominazioni della Maison – Guccy, Guccify e Guccification – scoperte da Alessandro Michele sui social network.
Il percorso prosegue nelle sale Paraphernalia, dedicata ai codici della Maison, e Cosmorama, che racconta la storica clientela Gucci del jet-set internazionale e l’evoluzione dell’elemento araldico nel crest della Maison.
Al secondo piano della galleria le due sale De Rerum Natura richiamano i musei di storia naturale ed esplorano la passione di Alessandro Michele per gli animali e i giardini.
L’esperienza si conclude con Ephemera, sala in cui è possibile ripercorrere la storia di Gucci attraverso oggetti, video e ricordi della Maison.

Tra le tende di velluto rosso del Gucci Garden si nasconde Cinema da camera, un auditorium con proiezioni di film sperimentali come la preview di Zeus Machine/Phoenix, uno short film realizzato da ZAPRUDER filmmakersgroup.


Il Gucci Garden, luogo ipnotico tra immaginazione e realtà, viene rappresentato dal Gucci Eye. Le sale della galleria sono intrise di magnetismo così come il ristorante Gucci Osteria da Massimo Bottura  lo chef da tre stelle Michelin e la boutique di pezzi unici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here