Carla Fracci a Catania per la “Dance Competition”

Arriva a Catania la manifestazione che vede complessivamente coinvolte duemila persone tra atleti, dirigenti e tecnici e famiglie degli atleti partecipanti.

 

E poi c’è Lei a ricordarci che nell’Arte (come nella vita) ogni età è preziosa.
Una delle frasi più belle di Carla Fracci è questa:
“Ho danzato nei tendoni, nelle chiese, nelle piazze. Sono stata una pioniera del decentramento. Volevo che questo mio lavoro non fosse d’élite, relegato alle scatole d’oro dei teatri d’opera. E anche quand’ero impegnata sulle scene più importanti del mondo sono sempre tornata in Italia per esibirmi nei posti più dimenticati e impensabili”.

Cosi come tutti i gradi artisti la Fracci si mette a disposizione della sua passione.

La Fracci insieme a Fredy Franzutti, Maykel Fonts, Anita Lombardi, Pedro Gomez e Barbara Jimenez sarà una dei giurati per la ‘Dance Competition’, il galà internazionale di danza in programma sabato 8 e domenica 9 aprile al palazzetto dello sport PalaCatania di corso Indipendenza.
La competizione dedicata a gruppi e ballerini solisti prevede saggi di classico, contemporaneo e moderno, ‘coreographic team’ per tutte le discipline e categorie di sincronizzato, coreografico, show, caribe show dance e danze caraibiche in coppia: salsa portoricana, salsa cubana, merengue e bachata. L’età dei partecipanti (provenienti da Sicilia e Calabria) va da 7 anni in su

L’evento, organizzato dall’Asd ‘Academy music & sport’ di Misterbianco è promosso con il patrocinio dell’assessorato regionale allo Sport e al Turismo.
Direttore Artistico è Clara Sciuto, direttore organizzativo Rossella Giuffrida e direttore tecnico Angela Caruso.

“Far crescere i giovani con lo sport – spiega Rossella Giuffrida – richiede un grande impegno da parte degli adulti che viene ripagato con il vedere premiatigli allievi. Nel tempo abbiamo portato a casa splendidi risultati con la vittoria di campionati regionali, italiani e mondiali.   Per raggiungere questi risultati positivi abbiamo messo in campo ideali, valori e sano spirito di sacrificio. Quello spirito di sacrificio che è elemento indispensabile per la preparazione alle competizioni che la vita riserverà ai ballerini del futuro”.