Salute & Benessere

Sinergia medica, sabato al SAL l’evento del Poliambulatorio Medisan

Garantire benessere attraverso servizi mirati, professionali e alla portata di tutti. È questa la mission del Poliambulatorio Medisan che da diversi anni opera sul tessuto della provincia di Catania grazie alla lungimiranza di Francesca Mirisciotti e Cristian Fioriglio.

Quale la mission del vostro poliambulatorio?

«La visione strategica è quella di offrire ai pazienti la possibilità di avere un servizio sanitario senza tempi di attesa, eseguito dai migliori professionisti sanitari e a costi accessibili». 

Tanti i sevizi che vengono offerti e tanti i nomi eccellenti che collaborano con voi.  

«Solitamente nel reclutamento del personale sanitario medico abbiamo avuto la fortuna di godere quasi sempre di professionisti che hanno lavorato o che a tutt’oggi lavorano senza rapporto di esclusività con la sanità pubblica. Questo è un valore aggiunto in quanto, al di là delle bravure di ognuno, un personale medico di struttura pubblica ha una formazione nel campo segnata dalle mille sfaccettature che sono sicuramente maggiori a quelle che lo stesso professionista privato può trovarsi all’interno del proprio ambulatorio».

In questo periodo di pandemia il Poliambulatorio ha saputo essere presente rispondendo alle esigenze delle persone portando tante novità. 

«Mi pregio di ricordare- afferma il dott. Fioriglio- che siamo stati i primi in Sicilia a eseguire i tamponi molecolari per la diagnosi della Sars CoV2, e di esperienza ce ne siamo fatta!!! Quando il direttore del Policlinico di Catania nei primi mesi del 2020 aveva esordito con una nota in cui le forniture di kit erano terminate per l’enfasi dei ricoverati colpiti, siamo scesi in campo noi, dando un’importante mano, abbiamo lavorato H24 senza fermarci, con turni notturni e doppi turni stressanti, e cosi abbiamo dato ausilio all’ASP di Catania, Enna e Ragusa eseguendo anche 600 tamponi molecolari/giorno ma nel contempo senza mai derogare i bisogni dei pazienti che ricevevano ugualmente i servizi richiesti in tempi veloci.

Mi pregio anche di ricordare che in questi anni di pandemia non siamo rimasti indietro con la ricerca, anzi, abbiamo cercato sempre di dare un importante contributo come la ricerca sul sistema HLA nel cromosoma 6 per individuare i genotipi che in caso di infezione da COVID-19 potessero avere esordi clinici asintomatici, lievi o gravi.

Abbiamo coniato il super tampone cioè la possibilità di inserire a corredo dell’analisi molecolare il dosaggio dell’interleuchina 6 quale parametro di alta specialistica che all’interno del nostro laboratorio viene facilmente eseguito.

Cristian Fioriglio

Abbiamo chiesto alla Regione in più occasioni di essere accreditati a fare i vaccini a titolo gratuito per fronteggiare l’emergenza, ma purtroppo a oggi non abbiamo avuto nessuna risposta diretta, l’unica risposta è stata indiretta, e cioè quella di vedere improvvisamente le farmacie deputate a vendere esclusivamente farmaci autorizzate a svolgere una prestazione professionale medica/infermieristica/biologica cassando strutture autorizzate già a tali prestazioni.

Per ultimo il recente studio effettuato in tema di COVID, che si basa sulla possibilità di garantire la prevenzione agli esordi clinici gravi in caso di esposizione al SARS CoV2, effettuando alternativamente alla vaccinazione, auto profilassi periodica di anticorpi Ig neutralizzanti provenienti da precedente profilassi passiva/o attiva contro la proteina spike del Sars CoV2».

Adesso una nuova sfida

«La nostra sfida è quella di creare un concetto di sanità privata diversa, vogliamo modellare gli schemi tipici differenziandoci dal classico rapporto distaccato medico-paziente. Il nostro concetto è quello di creare un rapporto interpersonale con il paziente sia prima che dopo l’avvenuta prestazione. In parte già ci stiamo riuscendo avendo inserito dei canali social sempre disponibili anche solo per informazioni, addirittura con risposte anche di domenica e festivi. A oggi solo nel primo trimestre dicembre 2021-febbraio 2022 abbiamo registrato 15.223 chiamate telefoniche, 260.695 utenti ci hanno trovato grazie ai social, 2067% di visualizzazioni in più di altre strutture con attività simili».

Sabato cosa accadrà?

«Sabato, al centro congressi SAL di Catania, ci sarà il primo meeting aziendale il cui tema è proprio la SINERGIA MEDICA, un momento di pieno relax, fuori dagli ambienti lavorativi, che servirà, oltre a inaugurare sotto un buon auspicio l’anno sanitario, anche a confrontarsi su nuovi spunti e progetti futuri. Nell’occasione tra gli ospiti interverranno esponenti della sanità pubblica catanese». 



L’evento sarà gestito dalla Giornalista Dott.ssa Sarah DONZUSO.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.