Una festa del gusto e dei suoi protagonisti quella in preparazione per la presentazione di “Sicilia da Gustare” la guida tutta siciliana, edita da Carmelo Pagano, che raccoglie al suo interno la migliore ristorazione dell’isola e che propone un viaggio enogastronomico nel mediterraneo.

La presentazione ufficiale si terrà il prossimo 9 novembre presso lo storico hotel Villa Igiea di Palermo, la guida “Sicilia da Gustare” celebra così il suo 6° anno e pone l’accento su quanto la Sicilia possa offrire dal punto di vista della ristorazione, mettendo in evidenza le eccellenze produttive del territorio.

Uno sguardo attento che racconta il territorio attraverso le eccellenze gourmet provincia per provincia e con una grande novità per il 2018/2019: un ponte su Malta, includendo al suo interno diversi ristoranti dell’Isola dei Cavalieri.

Sono circa 26mila le copie distribuite tra ristoranti ed aziende che si ritrovano al suo interno, la guida è anche uscita con il quotidiano Sole24Ore e l’Independent, ed è disponibile su VirtuFerries e sull’AirMalta, ispirando i foodlovers di diversi paesi per nuove mete di gusto.

La presentazione della guida prenderà il via alle ore 17.00 nell’elegante cornice della sala congressi di Villa Igiea, nell’ambito di un convegno dal titolo “Sicilia e Malta, ristorazione a confronto”, moderato da Guglielmo Troina, vice caporedattore della TGR RAI e responsabile della redazione di Catania. Saranno presenti il General Manager della struttura, Vito Giglio e l’editore Carmelo Pagano. Previsti gli interventi di Gavin Gulia (Malta Tourism Authority), Noel Azzoppardi (independent), Stefano Danieli (esperto in comunicazione e marketing) e del Prof. Filippo Drago dell’Università di Catania.

Seguirà la degustazione di finger realizzati dagli chef Salvatore Piccione (T’Anna Mari), Giovanni Lullo (Cortile Pepe), Hermes Picone (Baglio San Pietro), Nicola Bandi (Osteria Il Moro), Gigi Mangia (Mangia), Giuseppe Oriti e Eliana Carroccetto (Il vecchio carro), Francesco Arena (Masino Arena), Nunzio Tomasello (Le Calette), Giancarlo Urso e Carlo Rallo (Taglia e Arrusti), Riccardo Cilia (Tocco d’Oro), Manuel Lazzaro (E Pulera). In degustazione anche alcuni finger preparati da Gianni Giardina e Paolo Farrugio della Macelleria Giardina di Canicattì nonché un finger speciale realizzato dagli studenti dell’Istituto Alberghiero di Giarre, vincitori di recente del primo concorso enogastronomico per le “Scale del Gusto” di Ragusa.

In degustazione prestigiose etichette di vino come quelle delle aziende: Bisol, Benanti, Baglio del Cristo di Campobello, Palmento Costanzo, Casa di Grazia, Feudo Maccari, Feudo Luparello, Barone Sergio, Feudo Ramaddini, Arfò, Zisola, Tenute Orestiadi, Abbazia Santa Anastasia, Di Bella. Non mancherà la birra spillata al momento dell’azienda Assoluta srl.

Presenti anche alcune delle aziende in guida come Val Paradiso e Vernera Olivicoltori per l’olio, Giacalone di Rosso di Mazara, Molini Riggi, Valle del Grano, Vancheri cafè, Jungle farm, Aquamaris e Acquanova Sicilia.

Ad impreziosire la serata la sfilata di abiti realizzati dalla stilista Maria Giovanna Costa, alcuni dei quali ispirati agli interni di Villa Igiea, testimonianza della famiglia Florio, ed in particolare alla figura di Donna Franca Florio.

Infine la cena di gala con un ricco menu realizzato in occasione dell’evento dagli chef Massimo Mantarro (Principe Cerami), Claudio Ruta (La Fenice), Carmelo Trentacosti (Cuvée du Jour), Salvatore Gambuzza (La terrazza degli dei), Seby Sorbello (Sabir Gourmanderie), Jonathan Vassallo (Capo Crudo), Alessandro Ravanà (Salmoriglio), Alberto Rizzo (Osteria dei Vespri), Alfio Visalli (Blu Lab Academy). Per i dolci le proposte di: Mauro Lo Faso (Pasticceria Delizia Lo Faso), Giovanni Cappello dell’omonima pasticceria e Vincenzo Cinardo (Ariston Dolci).

CONDIVIDI
Valeria Lopis
Mamma ai tempi di whatsapp, winelover appassionata, lettrice seriale, 100% made in Catania ma con tanta voglia di importare usi e costumi nord europei, a cominciare dal loro design, così dopo una bella laurea in scienze politiche e tante collaborazioni nel mondo della comunicazione, inizia il suo lavoro nel mondo del design come arredatrice d'interni presso un prestigioso show room catanese. Social quanto basta, orgogliosa proprietaria di un vespone dell'82, a bordo del quale il mondo è sempre un posto bellissimo, capta pensieri ed energie, come tutte le donne è geneticamente predisposta a fare circa 10 cose contemporaneamente, ogni giorno è un nuovo giorno ma la domenica è sempre troppo breve!