Ultimi preparativi e poi dal 12 al 14 gennaio più di 100 vignaioli provenienti da Italia ed estero si incontreranno a Palermo in occasione di NOT – la rassegna dei vini franchi o naturali.

Il motto è NOT interfere, NOT modify che ricorda quel settecentesco “laissez faire, laissez passer” dell’economia liberista francese nella quale si ritenne che l’azione del singolo alla ricerca del proprio benessere fosse sufficiente a garantire la prosperità economica della società.

Allo stesso modo in un parallelismo dilatato, il vignaiolo o meglio il vino, sa cosa è giusto per sé e per esprimersi al meglio, senza aggiungere né sofisticare.

Un inno alla semplicità e alla naturalità, dove il vignaiolo è un custode che protegge l’integrità di un prodotto e un artigiano che ne interpreta al meglio il potenziale, ma anche un ritorno a un certo “stavamo meglio quando stavamo peggio” che suona come una reazione a tante pratiche enologiche e agronomiche che potremmo definire estreme.

Questo week end ai Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo sarà l’occasione per fare un focus e degustare più di 500 vini di tante regioni d’Italia e non solo https://rassegnanot.com/landing-not/Aziende.html per ricominciare a ragionare su un’idea di vino libero (come lo definisce qualcuno) e ri-educare i palati al vino franco, sincero e genuino.

Durante le giornate della rassegna si svolgeranno 5 seminari tematici tenuti da critici del vino e personaggi del mondo enogastronomico: Matteo Gallello terrà un approfondimento, il 12 gennaio alle 15, dedicato ai territori e ai vitigni del Sud; Giampaolo Gravina e Fabio Rizzari presenteranno, il 12 gennaio alle 17, il loro ultimo lavoro editoriale, scritto insieme ad Armando Castagno, “Vini Arti-ginali Italiani, piccolo repertorio per l’anno 2019” in abbinamento ai vini dei vignaioli raccontati nel libro; Sandro Sangiorgi, fondatore di Porthos, farà il punto con una degustazione-riflessione, dal titolo “Il vino naturale, le luci e le ombre”, sull’evoluzione di questo mondo produttivo e sulle sfide nuove; Gae Saccoccio di naturadellecose.com condurrà la degustazione “Il vino umano come energia tra scienza e magia. Tecnicna/Cultura/Mistificazione”, il 13 gennaio alle 15; la cuoca Bonetta Dell’Oglio insieme al panificatore Davide Longoni si cimenteranno, il 13 gennaio alle 17, con l’aiuto di Francesco Pensovecchio in una degustazione di “Pane e Vino”, un percorso mistico e tecnico tra pani da grani autoctoni e vini naturali.

Uno dei focus dell’evento è la biodinamica. NOT, infatti, ospiterà l’incontro annuale di Renaissance Italia, l’associazione facente parte di Renaissance Des Appellations fondata dal padre della viti-coltura biodinamica, Nicolas Joly, che conta oltre 200 produttori nel mondo.

Si articolerà in un ciclo di approfondimenti, inedito sull’Isola, per produttori, operatori e amanti del vino, promosso insieme ad AgriBio Italia, sul metodo agricolo ispirato ai principi antroposofici di Rudolf Steiner sotto la conduzione straordinaria dello stesso Joly. (vedi lista LINK https://rassegnanot.com/landing-not/Programma.html)

Un intenso programma https://rasse-gnanot.com/landing-not/Programma.html nel quale si intreccia la migliore ristorazione di Palermo e i più stimolanti addetti ai lavori uniti in quest’unica filosofia produttiva della naturalità, a beneficio dei numerosi winelovers attesi, programma che sarà inoltre arricchito da un fuori salone NOT OFF con un calendario tutto da gustare:

10 gennaio

* Il menu invernale con i vini di Cos al Gagini Social Restaurant alle 20,30 (Pa)

* La cucina di Alberto Rizzo incontra i vini di Viola e Guccione presso Osteria dei Vespri alle 20,30 (Pa)

* Assaggi d’Arte all’Enosteria Sicula alle 20,30 (Pa)

11 gennaio

* Scarlatti Euforie al Bocum Mixology alle 20,30 (Pa)

* I sapori della biodiversità con i vini de La Renaissance a Palazzo Branciforte alle 20,30 (Pa)

* Marsala PreBritish e Crostacei all’Osteria dei Vespri alle 20,30 (Pa)

* Fabio Cardilio e i vini naturali da Buatta alle 20,30 (Pa)

* Sciùreinvention al Sciùrum Restaurant&Lounge alle 20,30 (Pa)

* Pizza Slow e i vini naturali a Villa Costanza alle 20,30 (Pa)

* NSFW – Not Suitable For Work presso Cortile Pepe alle 20,30 a Cefalù (Pa)

12 gennaio

* Aperitivo con i vini di Arianna Occhipinti al ristorante Terrazza Costantino, dalle 19 alle 21, a Sclafani Bagni (Pa)

* Degustazione dei vini Campisi presso Prospero Enoteca Letteraria alle 20,30 (Pa)

13 gennaio

* Tutto al naturale presso Perciasacchi alle 20,30 (Pa)

* Festa Popolare all’Osteria dei Vespri alle 20,30 (Pa)

Condirà il ricco programma “NOTte”, la festa con i vignaioli del sabato sera, 12 gennaio, che si terrà nel cuore del centro storico di Palermo al Real Teatro Santa Cecilia. Dopo uno schiticchio palermitano (il tipico aperitivo rinforzato locale) con i vini di NOT, l’attrice Arianna Porcelli Safonov si cimenterà nella performance ironica dal titolo inequivocabile “Monologhi sul vino naturale, sulla sua gente e su altri castighi sociali”. Concluderà il concerto del Brass Group Swing Ensamble.

Partner di Not sono Giusy Vitale e Giuseppe Prezzemolo ideatori del format Prezzemolo&Vi-tale. NOT è organizzato da Franco Virga e Stefania Milano di Good Company, società che gestisce una delle realtà più dinamiche della ristorazione palermitana con 4 insegne (Gagini Restaurant, Aja Mola, Buatta, Bocum) da Giovanni Gagliardi e Manuela Laiacona dello studio di consulenza Gagliardi Associati che si occupa di progettazione di contenuti e materiali di comunicazione per le imprese e le istituzioni del comparto agroalimentare

Valeria Lopis
Mamma ai tempi di whatsapp, winelover appassionata, lettrice seriale, 100% made in Catania ma con tanta voglia di importare usi e costumi nord europei, a cominciare dal loro design, così dopo una bella laurea in scienze politiche e tante collaborazioni nel mondo della comunicazione, inizia il suo lavoro nel mondo del design come arredatrice d'interni presso un prestigioso show room catanese. Social quanto basta, orgogliosa proprietaria di un vespone dell'82, a bordo del quale il mondo è sempre un posto bellissimo, capta pensieri ed energie, come tutte le donne è geneticamente predisposta a fare circa 10 cose contemporaneamente, ogni giorno è un nuovo giorno ma la domenica è sempre troppo breve!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here