Mise en Place al matrimonio, i consigli di Mister Wedding

Di Luca Melilli

Ciao Sudlook, mi piacerebbe tanto sapere da Mister Wedding come dovrei comportarmi con la scelta dei complementi della tavola in occasione del mio matrimonio. Ho già il catering ma vorrei essere certa di non sbagliare alcun dettaglio, sono una maniaca dell’ordine e della precisione. Ho fatto attenzione a così tanti aspetti che, quasi quasi, questo m’era sfuggito. 

Vorrei fosse tutto perfetto…

Grazie 

Milena

luca-melilli

Ciao Milena, l’allestimento della tavola per un evento formale non è mai una cosa semplice, hai ragione. Soprattutto se si tratta del tuo matrimonio!

Sei indecisa su quale sia l’ordine giusto delle posate e dei bicchieri?

Niente panico, ecco le idee e i consigli del galateo per una perfetta mise en place matrimonio.

Per un allestimento formale della tavola, infatti,  il galateo prevede innanzitutto un sottopiatto. Su questo poi viene posizionato il piatto del secondo e, a seguire, quello del primo e dell’antipasto.

Il tutto, più o meno a 3 cm dal bordo del tavolo. Se però, hai già preso accordi con il catering riguardo alle portate, saranno i camerieri stessi a occuparsi di portare al tavolo i piatti durante la tua cena placée.
Anche in questo caso, l’elemento che proprio non può mancare per un’elegante mise en place matrimonio è il sottopiatto che, seguendo la classicità, dovrebbe essere: argento, bianco o cristallo.

Secondo il bon ton, invece, le posate vanno collocate partendo dalla parte esterna per proseguire verso il piatto. Le forchette si trovano a sinistra con le punte rivolte verso l’alto e i tovaglioli vanno messi sempre alla loro sinistra. In una perfetta mise en place matrimonio, però, è assolutamente da evitare la piegatura del tovagliolo a cravatta. In questo caso, la semplicità paga sempre e poi, per una questione igienica, il tovagliolo dovrebbe essere “manipolato” il meno possibile. 
I cucchiai e i coltelli stanno a destra ovviamente, ma attenzione alla direzione delle lame: sempre verso le portate!

Per quanto riguarda i bicchieri, invece, il loro ordine ideale è quello decrescente: il calice grande per l’acqua, quello bombato per il vino rosso, il tulipano per quello bianco e infine il flute, se è previsto il brindisi finale a tavola. Sicuramente, attenta ai dettagli come sei, avrai già pensato al fil rouge delle tue nozze, che sia un tema specifico o semplicemente una nuance da seguire. 

A questo punto non ti resta che coordinare anche tutto il tovagliato. Per un ricevimento nuziale, solitamente, si preferiscono tessuti leggeri e dai colori tenui, per dare un senso di eleganza e pulizia. Ovviamente, sopra la candida tovaglia bianca, potrai sbizzarrirti con un bel runner del colore che hai scelto per le tue nozze o “semplicemente”dei centrotavola colmi di fiori colorati.

Che il buongusto sia con te, diceva un mio caro amico

Auguri

Mr Wedding

www.pantarheiwedding.it

www.lucanelilli.it

Condividi:

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

La tua email non sarà mostrata. Required fields are marked *