Massaggio Natura: benessere per corpo e mente

Prenderci cura di noi stesse è vitale, ci consente di stare meglio e di affrontare la quotidianità in modo diverso. 
Il più delle volte però siamo distanti dai nostri desideri e ci preoccupiamo troppo delle esigenze degli altri.
Lavoro, genitori, marito e figli sono al centro di ogni cosa, lo spazio da dedicare a noi stesse si annienta e tutto viene fagocitato dai sensi di colpa. 
Tutti hanno bisogno di noi e non possiamo distrarci a pensare al nostro benessere interiore. 
Per costruire rapporti sani, lavorare meglio, essere delle figlie e delle madri felici basterebbe però trovare del tempo per stare da sole, ascoltare noi stesse, concederci di tanto in tanto il piacere di ammirare la bellezza in tutte le sue forme. 



Tra i rituali di benessere più in voga per il 2022 c’è sicuramente il massaggio, non soltanto quello estetico, ma quello energetico con tecniche specifiche dalle origini antichissime. 
Davide Sava è un massaggiatore olistico che da diversi anni opera nel settore applicando una tecnica creata appositamente. Dopo aver acquisito competenze e presieduto diversi corsi di formazione, Davide ha deciso di aprire uno studio a Catania in via Enrico Pantano 95 dedicato a massaggi olistici, relax e bio-energetici rivolti alle donne e alle coppie che vogliono ritrovarsi e stare meglio.
In questa intervista spiega come si svolge questo tipo di massaggio. 



Davide cos’è Massaggio Natura? 


«Massaggio Natura è un luogo in cui è possibile ritagliare uno spazio intimo e privato per ritrovare se stessi, sciogliere lo stress, eliminare blocchi energetici, purificare energie, rilassarsi. Si tratta di un massaggio personalizzato con diversi tipi di tecniche mixate tra loro».


Quali sono le origini della tua tecnica?

«La mia tecnica personalizzata ha origini ben precise. Pochi sanno che buona parte dei massaggi nasce fra Europa e America. Tra i metodi applicati da me c’è il massaggio Californiano nato alla fine degli anni 60 in California e il Lomi Lomi nato nelle Hawaii più di 5 mila anni fa». 


Si tratta di un massaggio personalizzato?


«Direi proprio di si. Nessun massaggio è uguale all’altro. L’obiettivo è quello di aiutare chi lo riceve a riconnettersi con se stesso per sentirsi sempre al centro del proprio universo. Mente e corpo sono infatti in stretta connessione uniti tra di loro, chi riceve il massaggio deve essere consapevole e cosciente e deve lasciare fluire le energie. A guidare il massaggio non è mai l’operatore, ma il ricevente. E’ come se ci fossero delle piccole porte, l’operatore in punta di piedi potrà entrare solo in quelle aperte e lì lasciare fluire le energie».



La Pandemia ha modificato i nostri comportamenti; le distanze e il distacco sono diventate azioni della nostra quotidianità. Secondo alcuni dati però in questo periodo è cresciuta l’esigenza di ricevere massaggi. Perché?

«Il massaggio è “tocco” e il tocco nella sua “essenza” è stato dimenticato. E’ un gesto che rappresenta l’abbraccio che abbiamo avuto da nostra mamma da piccoli, la carezza dei nostri nonni, quello che riceviamo dalla persona che amiamo, la pacca sulla spalla dall’amico incontrato per strada. Attraverso i miei massaggi cerco di riportare la persona al senso del tocco: delicato, amorevole, morbido, materno, accogliente, utile a ristabilire l’armonia e l’equilibrio energetico».

Come si svolge il massaggio?

«Lo studio di Massaggio Natura è uno spazio semplice, aperto, essenziale; all’interno di questo “guscio”, chi arriva trova pace e riservatezza. Il cliente viene accolto e coccolato dal primo momento. Prima di ogni massaggio c’è un momento di ascolto utile per entrare in empatia. I muscoli possono essere a volte sede della memoria e delle emozioni più intime, è per questo che in questa fase mi metto in ascolto. Soltanto dopo questo momento può iniziare il massaggio sul futon». 


A chi è rivolto il massaggio? 



«La capacità di comprensione e lettura dell’universo femminile mi ha portato a specializzarmi e dedicarmi principalmente alle donne e alle coppie».


Non solo donne ma anche coppie, come funziona?



«Le proposte dedicate alle coppie sono due e rappresentano momenti che aiutano i partner a stabilire un contatto emozionale vibrazionale ed energetico, prima che fisico. Nella prima proposta i riceventi vengono massaggiati da me e dalla collega Chiara Gangi, la coppia può quindi decidere autonomamente quale operatore scegliere.
Il secondo massaggio avviene con un solo operatore. E’ un percorso guidato in cui trasmetto al partner le basi del tocco di un massaggio». 
 


Share:

You might also like

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.