Libertà la parola chiave della Milano Fashion Week Fall/Winter 2021/22

Di Giacomo Puglisi

Dopo un anno di reclusione forzata, causa Covid-19, la Moda Uomo di gennaio, per l’autunno/inverno 2021-22, vuole riportarci all’idea di libertà. 
Tra underwear e streetwear sartoriale, la chiave di volta sarà la comodità senza rinunciare ad una certa eleganza, appropriata a qualsiasi ora della giornata.


Prada, ad esempio, ripercorre l’idea di virilità maschile con Raf Simons, che propone l’uomo in calzamaglia optical, rimandando alle tutine indossate dai bebè.

Etro dipinge un arazzo esotico per “uscire vestiti bene ma senza travestirsi” (cit. Kean Etro).
La collezione combina stili diversi ma in ogni caso la maglia sarà protagonista del prossimo inverno.
L’uomo Etro è autentico, iconoclasta. Agli occhi di chi lo osserva è colui che ama curare il suo aspetto senza prendersi troppo sul serio.
Diciotto combinazioni di paisley per un eclettismo fedele alla storia della rinomata griffe.


MAGLIA IN TRICOT ABBINATA A PANTALONI TAGLIO SARTORIALE
Fendi vagheggia una nuova normalità con una collezione streetwear che la stilista Silvia Venturini Fendi, interpreta con una tavolozza di colori e con capi dalla vestibilità comoda,  per vivere una  nuova libertà.
Per Kiton, invece, la sartorialità diventa casual con smoking spezzati e look dinamici, in cui blouson trapuntati si sovrappongono alla maglieria rigorosamente in cachemire.

Ermenegildo Zegna propone capi dal mood metropolitano, confezionati, però, con tessuti di alto pregio come il cachemire e  vestibili anche da una donna che ama curiosare nell’armadio del proprio uomo.

Lo stilista Alessandro Sartori, assicura morbidezza ed elasticità


Dolce & Gabbana motiva la propria assenza dalle sfilate in quanto con il Covid “sono venute a mancare le condizioni indispensabili per la realizzazione della nostra sfilata”.

Insomma, se qualcuno si aspettava che la moda si fermasse, come sembra si sia fermato tutto intorno a noi, gli stilisti ci hanno provato, una volta in più, che la creatività, come un fiore inaspettato, nasce anche in terreni ostili.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

La tua email non sarà mostrata. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.