L’8^ edizione di Cibo Nostrum è stata la Grande Festa della Cucina Italiana, un evento nazionale della Federazione Italiana Cuochi che lo scorso 31 marzo ha dato spettacolo alla Villa Bellini di Catania con un’invasione di berrette bianche e un’offerta gastronomica che ha attratto visitatori da tutta la Sicilia.

Una bella festa che ha avuto anche un buon cuore: il ricavato delle 25 mila presenze registrate si è tradotto in circa 60 mila euro che saranno devoluti al Dipartimento Solidarietà Emergenze FIC, che interviene nelle zone terremotate d’Italia e dove si registrano calamità naturali; alla Comunità di Sant’Egidio, che ha già preannunciato la ristrutturazione di alcuni locali destinati all’accoglienza dei più bisognosi in città; e alla Locanda del Samaritano, che realizzerà con il ricavato una biblioteca sociale e dei posti alloggio per i senza tetto.

Il taglio del nastro è avvenuto alle 18 con una cerimonia d’inaugurazione dove non sono mancate le istituzioni rappresentate dall’On. Giuseppe Castiglione ed il sovrintendente del Teatro Massimo “Vincenzo Bellini” di Catania, Roberto Grossi.

Ad accogliere i partecipanti una bellissima installazione che ha rafforzato il connubio fra arte e cucina, firmata En.Mo. (Enzo Mosca) un manifesto culturale accanto ad alcune sedie ed una tavola giganti, tutt’intorno 300 postazioni con i cuochi e la loro eccellenti proposte e al centro di tutto il palco dove si sono alternati numerosi ospiti, tra cuochi e istituzioni.

Tantissime le preparazioni, tra le quali ha trionfato la Pasta alla Norma, regina tutta catanese, ma anche tanto pesce azzurro a sostegno del protocollo d’intesa con MIPAAFT, il Ministero delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo a favore del pesce azzurro e acquacoltura del Mediterraneo.

Un momento sul palco con i giornalisti Revelli Sorini e Iacona

Un appuntamento giocato in casa per il presidente FIC Promotion, Seby Sorbello che ha sottolineato l’aspetto più bello della manifestazione: “Vogliamo ricordare lo spirito benefico della manifestazione ed eravamo certi che i catanesi e i tantissimi visitatori avrebbero risposto nel migliore dei modi”.

Una dichiarazione che fa eco con quella del Sindaco della città Metropolitana di Catania: “Siamo stati orgogliosi e onorati, allo stesso tempo, di avere ospitato a Catania un simile e generoso evento. Cari cuochi, sin dal primo momento vi abbiamo detto che sareste stati i benvenuti in città e lo confermiamo– Ha commentato l’On Pogliese Rappresentate un’importante categoria sia a livello culturale che per l’economia del territorio. Grazie per il vostro impegno quotidiano”.

Barbara Mirabella assessore comunale alla Cultura e Grandi Eventi ha espresso grande soddisfazione per l’evento: “L’Amministrazione comunale si è dimostrata da subito, con i suoi organi competenti, disponibile all’accoglienza e crediamo che trasformare la città per tre giorni e più nella capitale del gusto non possa che far bene alla sua economia e al suo dinamismo.

Un appuntamento che ha dato risalto alla città e offerto una potente vetrina turistica ed enogastronomica con tantissimi ospiti affascinati dalla città del vulcano: il presidente mondiale dei cuochi Worldchefs, Thomas Gugler, con il suo segretario generale, Cornelia Volino, e il direttore Worldchefs del Sud Europa, Domenico Maggi; il presidente dell’Unione Regionale Cuochi Siciliani, Domenico Privitera, ed il presidente dei Cuochi Etnei, Angelo Scuderi; il presidente di Con.Pa.It. Sicilia, Peppe Leotta, che ha contribuito con i suoi maestri pasticceri a realizzare l’evento indimenticabile.

Un pubblico eterogeneo e diversi i vip avvistati, i più fotografati Roy Paci e Silvia Salemi, i Jalisse, ed ancora tanti gli ospiti prestigiosi
della cucina italiana: dal giornalista Alex Revelli Sorini al presidente e il direttore tecnico dell’Accademia Bocuse d’Or Italia, Enrico Crippa (tre Stelle Michelin ristorante “Il Duomo” di Alba, Cuneo) e Luciano Tona, che hanno raccontato sul palco la loro esperienza professionale.

A chiusura di serata la consegna sul palco degli assegni che hanno immortalato il momento culmine della beneficenza, con i rappresentanti Roberto Rosati, presidente nazionale DSE-FIC, Emiliano Abramo, presidente Sicilia per la Comunità di S. Egidio, e padre Mario Sirica, della Locanda del Samaritano, salito sul palco assieme a numerosi ragazzi che la sua associazione ha accolto.

Un abbraccio con la città che la squadra di Cibo Nostrum ha condiviso con Con.Pa.It. (Confederazione Pasticceri Italiani), AIC Sicilia, Blu Lab, La Cook, La Valigia di Bacco.

Un arrivederci al prossimo anno, con un nuovo grande momento di cibo e cultura.

Photo Credit: La Cook Agency

Valeria Lopis
Mamma ai tempi di whatsapp, sommelier e winelover appassionata, lettrice seriale, 100% made in Catania ma con tanta voglia di importare usi e costumi nord europei, a cominciare dal loro design, così dopo una bella laurea in scienze politiche e tante collaborazioni nel mondo della comunicazione, inizia il suo lavoro nel mondo del design come arredatrice d'interni presso un prestigioso show room catanese. Social quanto basta, orgogliosa proprietaria di un vespone dell'82, a bordo del quale il mondo è sempre un posto bellissimo, capta pensieri ed energie, come tutte le donne è geneticamente predisposta a fare circa 10 cose contemporaneamente, ogni giorno è un nuovo giorno ma la domenica è sempre troppo breve!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here