Dorothea e Fabio del Mosaik all’Eurhop a Roma.

Che le birre artigianali siano da attenzionare non è certo una novità. Ai piedi del vulcano la scena – e lo dico da organizzatore di uno dei maggiori festival dedicato all’argomento – è davvero in fermento. Ma attenzione a non considerare la birra artigianale come un fenomeno. È piuttosto doveroso trattare l’argomento con la cura e l’attenzione che si deve.

Prima di suggerirvi un paio di posti in cui oltre a trovare delle taplist sempre interessanti e dei pubblican preparati e ben disposti a consigliarvi la birra che faccia al caso vostro, vi invito ad approcciarvi alla birra – ma il consiglio vale per tutto – senza pregiudizi. Se volete che al bancone vi venga suggerita una birra, vi prego, non partite dal colore e non fatevi odiare dicendo che volete o meno una “birra doppio malto”.

Approfittate dei prossimi giorni per conoscere:

Dorothea e Fabio, del Mosaik Beer House & Tea Room. Li trovate in via Musumeci 60 a Catania. Il locale è aperto ogni giorno dalle 18,30. E’ la prima birreria indipendente della città in cui si organizzano tanti appuntamenti per promuovere la cultura birraria.

Jacopo e Alessandra del Glamour

Jacopo e Alessandra, Glamour hoppe bier cafè.  Lo trovate in via Carcaci, 11 in pieno centro. Chiuso il martedì, è aperto a partire dalla 18,30. Oltre alla proposta birra, il Glamour si distingue per il calendario di eventi musicali, la cucina e la proposta dei cocktail. Un luogo ideale per l’aperitivo e per passare qualche ora anche in compagnia anche di chi non ama le birre.

Isabella e Marco, Etimuè. Per conoscerli dovrete spingervi fino ad Acireale, in via Monsignor Genuardi 28. L’esperienza vale il viaggio: oltre ad una rotazione su dieci spine di birre trattate con cura maniacale, l’Etimuè si distingue per la cucina in cui agli enormi panini fatti con ricetta studiata ad hoc (utilizzano solo 8 gr di lievito per kg e lungo periodo di lievitazione) è possibile provare la vera piada romagnola, sfiziosi taglieri e piatti unici. Aperto dalle 20, giorno di chiusura Lunedì.

La città e l’hinterland sono in continuo fermento, tante sono le attività che ad oggi trattano birre artigianali, in tante troverete personale qualificato e selezioni di birre interessanti. Nei prossimi giorni vi segnaleremo tanti altri luoghi interessanti da scoprire.

La foto di buone feste dell’Etimuè. Lo staff al completo.

Un ultimo consiglio prima di lasciarvi alle vostre birre. Ricordatevi sempre di rispettare chi si trova dall’altra parte del bancone e il lavoro del birraio che ha prodotto la birra. È possibile che il posto, o la birra potrebbe non incontrare il vostro gusto, ma dietro un locale e una birra c’è sempre lavoro e sacrificio da rispettare. Sempre. 

Francesco Chittari
Catanese e siciliano fiero, vista la fuga dei cervelli ha deciso di puntare sul fegato: sommelier del vino e amante delle birre artigianali, organizza eventi coniugando passione, eccellenze e territorio. Non solo il bicchiere, è amante anche dei piatti e della buona cucina. Ama girare e conoscere palmo a palmo la nostra bellissima terra ed esplorare il mare. Curioso e caparbio, ricerca storie interessanti da raccontare. Social per professione, cura il marketing e la comunicazione per le aziende.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here