Quando Alice Caioli è passata a trovarci in “Salotto” aveva l’aria spensierata ed energica tipica dei suoi 22 anni.
Alice è siciliana, della provincia di Messina e a dispetto della giovane età o, forse, con l’incoscienza della stessa, guarda al Festival di Sanremo con fermezza (magari perchè già abituata alle luci della tv, considerando la sua partecipazione a “Io canto” già otto anni fa ) ; E’ arrivato il momento di salire su quel palco che, notoriamente, terrorizza tutti, veterani inclusi.

 


Alice sembra una che non ha paura di guardare in faccia le cose, lo si avverte facilmente quando parla di sé e del proprio vissuto complicato.
Non fa mistero del proprio privato, anzi, sembra quasi volerlo vomitare catarticamente nella canzone che presenta al Festival e che si intitola “Specchi rotti”, scritta insieme al produttore siciliano Paolo Muscolino.
Il riferimento è quello al privato doloroso di un padre assente; non è difficile immaginare, dietro la giovane donna a testa alta, un’ adolescenza inquieta.
Ma oggi è oggi e, a questo punto, manca davvero poco per il momento più atteso, quello della gara.
E, per dirla con le parole di chi del Festival di Sanremo è stato protagonista qualche anno fa, “comunque vada sarà un successo”.

Antonella Insabella
Speaker o conduttrice radiofonica? Lei preferisce sicuramente la seconda opzione, per via di un appassionato amore per la Lingua Italiana. Forse per questo da bimba ogni sera apriva il vocabolario donato dall'amato Nonno Pippo per imparare una parola nuova? E a proposito, già da bimba aveva questa maledetta abitudine di addormentarsi con le cuffie e il walkman sempre acceso e, di certo, non ascoltava la musica dello Zecchino d'oro. Insomma, il sentiero era già tracciato: nel mondo della radio da 25 anni "appena", conduce, ma ancor prima cerca, idea, organizza e cura i rapporti con le case discografiche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here