Successo dei controlli oculistici gratuiti nei lidi della Plaia

Di Sudlook

“Sono contento perché tante persone sono venute qui per sottoporsi allo screening e credo che quest’iniziativa avrà un grandissimo successo: noi lottiamo per sconfiggere la cecità”.

Lo ha dichiarato Gaetano Minincleri, presidente regionale dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti, commentando i primi risultati dell’iniziativa “La prevenzione non va in vacanza” apertasi ieri nei Lidi della Plaia di Catania grazie all’unità mobile oftalmica dell’Uici, un camper perfettamente attrezzato per le visite specialistiche.

“L’iniziativa voluta dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità è stata fatta propria dall’Uici perché in Italia quello dell’ipovisione è un grosso problema. Purtroppo gli ipovedenti aumentano di giorno in giorno e prevenire è dunque molto importante. Soprattutto in quest’ultimo periodo gli ipovedenti sono in aumento per l’uso degli schermi dei computer: le emissioni di luce blu fanno male ai nostri occhi. L’Uici è in prima fila per combattere la cecità con tante iniziative, dalle unità mobili come questa che girano per tutta la Sicilia ai nove laboratori oculistici delle nostre sezioni provinciali siciliane”.

“Lo screening – ha spiegato l’oculista Valentina Cifalinò – prevede un esame completo della vista. Sui bambini viene effettuato anche il test di Lang, per individuare difetti visivi da occhio pigro. E nei pazienti che hanno superato i cinquant’anni quello di Amsler, per individuare eventuali maculopatie. Eseguiamo poi un esame complessivo della parte anteriore dell’occhio con una lampada a fessura”.

“Un test importante – ha sottolineato – perché, in particolare durante il lockdown e con il telelavoro, l’occhio è stato affaticato da dispositivi elettronici: pc, cellulari e tablet. Gli schermi a luce blu possono aggravare problematiche preesistenti. È dunque importante andare a individuare eventuali stress ossidativi sulla superficie oculare: occhio rosso, occhio che brucia, occhio che lacrima. Dopo lo screening indirizziamo il paziente a una visita completa in una struttura adeguata.

Tra i professionisti “a rischio” di ipovisione per l’uso continuo di schermi a luce blu ci sono i giornalisti. E uno di loro, Seby Bella, si è detto molto soddisfatto dello screening.

“La dottoressa Cifalinò – ha detto – ha condotto una visita molto accurata. Devo dire che sono veramente molto bravi. Quest’iniziativa sta dando un contributo a tutte quelle persone che hanno l’esigenza di un riscontro immediato della condizione della propria la vista”.

Ecco il calendario dettagliato dei prossimi appuntamenti: oggi,  sabato 18 luglio, il camper stazionerà [G1] ancora davanti al lido ArcobalenoMercoledì 22 giovedì 23 saràdavanti al lido Le Capannine e venerdì 24 e sabato 25 davanti al lido Don BoscoLunedì 27 il camper si sposterà davanti al lido Venere, dove sarà anche mercoledì 29. Gli ultimi due appuntamenti saranno quelli di giovedì trenta e venerdì 31 luglio, davanti al lido America.

L’unità mobile oftalmica è munita di dispositivi per la sicurezza – pannelli in plexiglas, una speciale lampada a fessura, disinfettanti a base di sostanze cloro-attive, materiali usa e getta -, per garantire la massima sicurezza dei pazienti e degli operatori.

Tra l’altro, oltre ai controlli oculistici gratuiti, saranno date informazioni sull’utilizzo delle misure anti covid-19 e fornite gratuitamente delle mascherine.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

La tua email non sarà mostrata. Required fields are marked *