Food & Wine News

“Spumanti Etnei”: la pazienza del Metodo Classico alle pendici del vulcano

«Lo spumante porta con sé un’idea di festa e convivialità e da qui vogliamo ripartire nella splendida cornice di Palazzo Biscari»: con queste parole Francesco Chittari, sommelier e organizzatore di “Spumanti dell’Etna”, annuncia la terza edizione dell’evento, che si terrà domenica 12 dicembre tra Palazzo Scammacca e Palazzo Biscari. La conferenza stampa d’apertura si è tenuta mercoledì 30 novembre presso Uzeta Bistrot alla presenza dello stesso Chittari (fondatore dell’agenzia di comunicazione “Scirocco”) insieme a Marco Cannizzaro, chef e proprietario del ristorante catanese Km.0, e Paolo Di Caro, presidente della Fondazione Italiana Sommelier.

L’Etna è Catania:

L’evento si propone di dare lustro ai vini spumanti Metodo Classico prodotti alle pendici dell’Etna: «Bisogna sempre valutare le potenzialità locali: nel caso dell’Etna il metodo di produzione più adatto alle sue uve è quello Classico, che a differenza dello Charmat richiede anni di fermentazione». A tal proposito Paolo Di Caro ha così commentato: «Lo spumante è l’elogio della lentezza, gli anni che bisogna attendere prima che sia pronto diventano emblema quasi della storia millenaria dell’Etna». L’obiettivo di questa manifestazione è far sì che il vulcano non venga più identificato solo con i vini rossi e con la cultura dei paesi etnei: «L’Etna – afferma Di Caro – è parte del capoluogo catanese, i turisti che atterrano in città non devono vederla come una località a sé stante, ma come parte integrante di Catania. Far conoscere in città i suoi briosi spumanti è un modo per trasportare la gente in questa dimensione». “Spumanti etnei” infatti è uno dei pochi eventi dedicati all’Etna che si tiene nel cuore di Catania: «Tale executive master, che quest’anno si avvale anche di due masterclass dedicate al Carricante e alle cantine Murgo a Palazzo Scammacca, è l’unico dedicato all’Etna e si propone di diventare un percorso di crescita e non un evento singolo» conclude Di Caro. 

Connubio enogastronomico:

In rappresentanza degli chef, che saranno ben 21 alla cena di domenica 12 a Palazzo Biscari (dalle ore 19.30), è intervenuto Marco Cannizzaro: «Quest’anno saremo molti di più a preparare i nostri piatti per gli ospiti perché la serata è organizzata in grande e la gente ha voglia di far festa. Dopo due anni di chiusure che hanno colpito duramente il settore, faremo rivivere ai convitati l’esperienza del viaggio proponendo loro pietanze siciliane con aggiunta di ingredienti esteri apprezzati da noi cuochi durante un viaggio lontano». Il viaggio infatti è stato scelto da Francesco Chittari come tema della serata, per questo anche gli ospiti sono invitati a includere nel loro dress code un oggetto che sia ricordo di una vacanza fuori. «Coinvolgere i convitati attivamente fa parte di quel sistema di rete che si crea con “Spumanti dell’Etna”. È fondamentale la compartecipazione di tutti: la collaborazione tra chef e sommelier è essenziale, dato che il mio obiettivo è far sì che le carte dei vini dei ristoratori della Riviera Jonica diano spazio agli spumanti etnei» afferma in conclusione Chittari.

Francesco Chittari, organizzatore dell’evento

Il programma:

La giornata del 12 dicembre sarà così organizzata:

  • Ore 11:00 presso Palazzo Scammacca “Finalmente Carricante!” – masterclass con le aziende etnee che producono metodo classico da uve di Carricante. Interverranno Benanti (Sonia Cassaniti), Nicosia (Maria Carrella), Firriato (Laura Lamantia), Cantine Russo (enologo Francesco Russo). Conduce Francesco Chittari.
  • Ore 15:30 presso Palazzo Scammacca Verticale storica di Murgo Extrabrut” 2014 – 2013 – 2011 Magnum – 2010 Magnum e un assaggio di 2009 Magnum. Interverrà Michele Scammacca. A guidare la degustazione Manlio Giustiniani.
  • Ore 19:30 presso Palazzo Biscari, i banchi di assaggio di Spumanti dell’Etna, con una selezione di aziende che producono metodo classico sull’Etna, gli chef della Riviera Jonica e produttori di eccellenza.

Chef della Riviera Jonica coinvolti:

Gianluca Barbagallo, Marco Cannizzaro, Giacomo Caravello, Bianca Celano, Williams Cioffi, Francesco Distefano, Rosario Furnari, Roberto Garcia, Giuseppe Geraci, Leonardo Giustolisi, Salvo Greco, Giuseppe Guglielmino, Giovanna Musumeci, Angelo Rapisarda, Valentina Rasà, Lorenzo Ruta, Ivan Siringo, Marco Timpanaro, Sara Torre, Massimiliano Vasta, Gigi Vitale.

Cantine coinvolte: 

Alcantara, Antichi Vinai, Benanti, Cantine di Nessuno, Cottanera, Favole Siciliana, Firriato, Gambino, La Gelsomina/Tenute Orestiadi, Murgo, Nicosia, Nuzzella, Palmento Costanzo, Planeta, Russo, Tenute Mannino.

Produttori coinvolti (in fase di aggiornamento):

Amacardo, Dario Pistorio, Fratelli Pistone, Ginacria, Neromonte, Terra Siciliae, Testa, Volcano Gin.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.