È una sinfonia d’autunno quella orchestrata abilmente dallo chef Seby Sorbello che al Sabir Gourmanderie inaugura il menù d’autunno, dedicato alla stagione che ricopre l’Etna di colori e profumi inconfondibili.

“È la stagione che più di tutte trasforma l’Etna: il paesaggio si veste di colori sorprendenti, e i profumi sono carichi e intensi, come i sapori che trovo più decisi e audaci” – dichiara lo chef Seby Sorbello, gli strappo una battuta mentre è ancora alle prese con le ultime portate di una festa d’autunno che è una cena d’autore per pochi intimi invitati che hanno ricevuto un invito scritto a mano personalmente dallo chef, una delicatezza che la dice lunga su quanto Seby Sorbello ami i dettagli e la ricercatezza dei particolari.

La sua è una storia che inizia presto ed oggi è un’attività di successo che porta avanti con il prezioso supporto della mamma Enza Cutuli, della moglie Marilena Sanzone e dei selezionatissimi collaboratori come Riccardo (che definisce suo palato gemello) che riescono a stare al passo con lo chef.

Il Sabir Gourmanderie è un luogo accogliente che vanta una solida cucina dove tecnica e ispirazione viaggiano sullo stesso binario, impreziosita da una cantina con una ricca selezione di etichette del territorio e dal mondo, gestita con competenza e giocosità dal Sommelier Giovanni La Rosa, che nei suoi abbinamenti riesce a mettere quell’allure che colpisce e lascia il segno.

Fra le note del contrabbasso e del sax si susseguono piatti straordinari come “Lo Scampo si veste d’Autunno” un crostaceo che incontra i sapori concreti della terra e ne viene sublimato, la “Guancia di vitello con purè di sedano rapa e porcini” un racconto d’autunno nel piatto: una passeggiata fra i boschi etnei,  la “Crocchetta di ricotta con cavolfiore e broccoli affucati’” un piatto forte e intenso che ricorda i sapori della scacciata catanese rivisitata in chiave gourmande con consistenze croccanti ed equilibri sorprendenti.

Il cibo crea condivisione, trasmette cultura, rafforza legami e rappresenta un territorio e questo lo chef lo sa bene e lo fa in modo eccellente “conviviamo con questo territorio, lo amiamo e lo vogliamo scoprire, siamo una brigata dinamica” – Ha dichiarato lo chef patron a conclusione della serata – “Credo che questo sia il più bel Menù che abbiamo mai avuto al Sabir Gourmanderie e ne sono orgoglioso” – afferma con soddisfazione, e conclude: “La stagione dell’autunno per noi è la massima espressione dell’Etna e desideriamo rappresentarla al meglio”.

Il Menù d’autunno – Foto credit: La Cook Agency, foto by Alessandro Castagna

Il Menù d’autunno:

– Lo Scampo si veste d’Autunno

– Tataki di tonno

– Cremoso di baccalà con cialdina alle erbe

– Gambero rosso di Mazara con dadolata d’ortaggi profumata al timo e fonduta di Ragusano DOP al tartufo dell’Etna

– Calamaro nel giardino dell’Etna

– Hummus di ceci Pascià con petali di suino nero dei Nebrodi ed ortaggi d’autunno

– Crocchetta di ricotta con cavolfiore e broccoli “affucati”

– Omaggio alla neve

– Risotto con finocchietto selvatico e Ragusano DOP all’arancia

– Ravioli come se fosse un cous cous

– Cernia “passeggiata tra i campi”

– Guancia di vitello con purè di sedano rapa e porcini

– Polpettine di suino nero dei Nebrodi al sugo

– Castagnola con coulis di Fichi d’India

– Sensazioni di bosco

-Babà mignon con crema allo zabaione, terra di nocciole e cacao

– Zuppa di cassata

-Bisquit con ricotta, gelato di pistacchio di Bronte, salsa ai canditi e cioccolato Modicano

 

Sabir Gourmanderie

Via delle Ginestre, 1 (18,92 km)
95019 Zafferana, Sicilia, Italy

 

Foto di Copertina: La Cook Agency, pic by Alessandro Castagna

 

Valeria Lopis
Mamma ai tempi di whatsapp, winelover appassionata, lettrice seriale, 100% made in Catania ma con tanta voglia di importare usi e costumi nord europei, a cominciare dal loro design, così dopo una bella laurea in scienze politiche e tante collaborazioni nel mondo della comunicazione, inizia il suo lavoro nel mondo del design come arredatrice d'interni presso un prestigioso show room catanese. Social quanto basta, orgogliosa proprietaria di un vespone dell'82, a bordo del quale il mondo è sempre un posto bellissimo, capta pensieri ed energie, come tutte le donne è geneticamente predisposta a fare circa 10 cose contemporaneamente, ogni giorno è un nuovo giorno ma la domenica è sempre troppo breve!