Food & Wine

Anjiova: il cooking show con quattro chef d’eccezione dedicato all’acciuga

Interpretare l’acciuga e raccontarla in cucina attraverso i piatti cucinati da quattro chef d’eccezione.
La seconda edizione di Anjiova- il cooking show che si è svolto presso Masseria Carminello e che ha visto protagonoista l’acciuga – si è rivelata un grande successo.
Quest’anno l’edizione presentata dal giornalista Antonio Iacona e da Valentina Grippaldi, ha visto protagonista lo chef stellato Giuseppe Raciti del ristorante Zash Country Boutique Hotel; la talentuosa Giusina in Cucina, al secolo Giusi Battaglia, conduttrice dell’omonima trasmissione televisiva su Food Network; Orazio Cordai, il re della crispella; Giorgio Samperi, pasticcere e gastronomo del Caffè Mazzella di Pedara (Ct) e Rosario Terranova, chef di Masseria Carminello.

“Visto il successo della prima edizione di Anjiova –spiegano Antonio Rosano e Giovanni Samperi, organizzatori della serata- abbiamo deciso di replicare l’evento seguendo la stessa filosofia con la quale l’abbiamo ideata e organizzata. L’intento è stato infatti quello di valorizzare l’acciuga e di rendere omaggio all’antica tradizione gastronomica ad essa legata. Pur rispettando la storia culinaria, abbiamo dato a ogni chef la possibilità di esprimersi ai fornelli seguendo il proprio estro e la propria creatività e ci hanno dattovero sorpreso”.



A chiudere la la serata la chef stellata Marianna Vitale del ristorante Sud di Quarto (Na), presente in video
conferenza, che ha dato la possibilità ai presenti di degustare la sua proposta di cornetto Algida chiamato Sud. La chef è stata premiata nel 2020 con la stella Michelin e con il Premio Michelin Chef Donna.


Buonissimo l’Arancino all’acciuga reaizzato da Giorgio Samperi: crema di pomodorino datterino giallo, formaggio dolce e panatura di
cereali. “Ho sperimentato un arancino nuovo per questa occasione – ha spiegato lo chef –combinando più ingredienti. Si tratta di un arancino con riso aromatizzato con spezie ed erbe di stagione e zafferano. Tra gli ingredienti ci saranno salmone e zucchine di
stagione, crema di pomodorino datterino giallo e aroma di mandorle tostate. Il formaggio dolce e le alici gli daranno un sapore deciso”.

A seguire, l’attesissima Parmigiana di alici con mousse di ricotta al basilico e vellutata di datterino all’acciuga preparata da Rosario Terranova e per finire le crispelle di Orazio Cordai.
Tra i piatti più richiseti la Pasta c’anjiova di Giusina in Cucina che ha raccontato il suo piatto speciale: “Per me questo è un piatto
importante, legato ai miei ricordi di bambina. La cosiddetta Pasta a milanisa è una ricetta che rappresenta la nostra tradizione gastronomica – ha spiegato Giusi Battaglia-. Gli emigrati siciliani, infatti, portavano con sé gli ingredienti base di questo piatto,
materie prime a lunga conservazione, per sentirsi a casa e gustare sapori tipicamente siciliani. Amo legare le storie ai piatti che preparo e questo non fa eccezione”.


A chiudere la serata lo chef stellato Giuseppe Raciti chiudere il menu con una seconda portata, la Pizzaiola di alici e acciughe. “Ho rivisitato un tradizionale piatto che mi ricorda l’infanzia –racconta-. Mia madre lo preparava come da consuetudine con la carne,
patate e origano. Io, invece, l’ho reinterpretato, per questa occasione, senza carne”.

Credit photo: Brunella Bonaccorsi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.