Associazione Italiana dei Sommelier: Sud Look incontra il presidente regionale Camillo Privitera

Una chiacchierata con il presidente per parlare della giornata dell'olio e del vino

Ospiti di alto profilo in una cornice di altissimo valore artistico hanno celebrato la ” Giornata Nazionale del Vino e dell’Olio 2017″, appuntamento ideato dall’Ais – Associazione Italiana Sommelier – e realizzato in collaborazione con MIBACT, MIPAAF e la RAI.
La manifestazione si è svolta contemporaneamente in più sedi sparse in giro per l’Italia.
La regione Sicilia l’anno scorso ha ospitato l’evento nella suggestiva Valle dei Templi (AG), quest’anno è stata scelta l’atmosfera unica, quasi mistica, dell’Oratorio dei Santi Elena e Costantino.
Il tema di questa edizione 2017 è  stato”Vitigni e cultivar tradizionali, un’identità da preservare, un patrimonio da valorizzare” dunque si è parlato di territorio, di identità, di opportunità.
Per l’occasione Sud Look ha incontrato Camillo Privitera, Presidente Regionale AIS in Sicilia.

“Oggi abbiamo parlato della Viticoltura siciliana” -racconta – “che è una viticoltura antica, che potremmo definire mitologica, basti pensare a Ulisse e Polifemo, per capire quanto lontano affondano le radici di quelli che sono i simboli del paesaggio mediterraneo, ulivo e vite, che oggi hanno non solo un valore produttivo ma rappresentano anche l’appeal della Sicilia nei confronti di una fetta sempre più ampia di turismo. “Un turismo per il quale si sta lavorando con grande sforzo soprattutto nelle cantine – continua – in termini di formazione, ricerca tecnologica e innovazione, e tantissima organizzazione e riorganizzazione, con strutture sempre più adeguate alla richiesta ed accessibili ai più diversi tipi di fruitori”. “Infatti” – conclude – la Giornata Nazionale del Vino e dell’Olio 2017 si rivolge a tutti, a chi si interessa di vino e di olio, ai sommelier “.
Una grande festa in cui cultura e colture d’eccellenza sono stati il bene prezioso da celebrare, un’eredità unica da preservare e costudire, sapori che diventano saperi, grazie ai profili organolettici nostrani, unici ed eccellenti, tanto da spingere ed incoraggiare sempre più quel turismo diffuso e rurale, che sta crescendo e ci auguriamo possa essere sempre più sostenuto e valorizzato.

 

CONDIVIDI
Valeria Lopis
Mamma ai tempi di whatsapp, winelover appassionata, lettrice seriale, 100% made in Catania ma con tanta voglia di importare usi e costumi nord europei, a cominciare dal loro design, così dopo una bella laurea in scienze politiche e tante collaborazioni nel mondo della comunicazione, inizia il suo lavoro nel mondo del design come arredatrice d'interni presso un prestigioso show room catanese. Social quanto basta, orgogliosa proprietaria di un vespone dell'82, a bordo del quale il mondo è sempre un posto bellissimo, capta pensieri ed energie, come tutte le donne è geneticamente predisposta a fare circa 10 cose contemporaneamente, ogni giorno è un nuovo giorno ma la domenica è sempre troppo breve!